Il Sito dei Cavalli,delle Amazzoni e dei Cavalieri


Dressage della Campania

21.10.2013 21:03

Bene,molto bene un buon livello tecnico ma soprattutto si intuisce la grande volontà dei cavalieri e degli istruttori di riappropriarsi della Disciplina base dell'equitazione. Ottimi commenti vengono dalla giudice internazionale di dressage Sig.ra Maria Schiavone che ha commentato molto positivamente la prestazione dei nostri giovani e meno giovani dressagisti. Ho trovato molto interessante il lavoro svolto e non mi sembra che il livello tecnico sia così lontano dalla media nazionale, la Sig.ra Schiavone ha poi aggiunto che molti dei nostri cavalieri farebbero in altre regioni un'ottima figura. Traspare l'impegno e la volonta di migliorarsi, molti giovani mi hanno avvicinato per avere consigli per migliorare la propria prestazione ciò fa sperare in un futuro molto interessante. Ci ha anche detto che ha notato lo sforzo di tutti i cavalieri per fare bella figura, anche con cavalli poco adatti al dressage. La cosa che mi ha colpito di più,ci ha detto, è lo spirito di sana competizione senza cattiverie, anzi ha notato che anche fra avversri c'era uno spirito di amicizia e di aiuto reciproco. Se vedete i risultati noterete che il punteggio più basso è stato dl 52% ed il più alto ha sfiorato il 70%. Ho chiesto poi un suggerimento per i nostri atleti. E' evidente che bisogna lavorare molto ed ancora molto sul controllo del cavallo, e ciò si ottiene con tanto lavoro e tanto amore per chi ci porta sulla schiena,

Desidero ringraziare la Sig.ra Maria Schiavone per il tempo che ha dedicato al vostro cronista. 

Potete prendere visione dei risultati, pubblicati in tempo rale grazie a Ida Andrisano, e vedere quante belle percentuali hanno preso i nostri atleti. Noterete che i giudici sono sempre stati tre, oltre al presidenter Maria Schiavone, il Col. Giuseppe Di Maio e Patrizia Varriale, tranne nel trofeo I grado dove gli atleti non sono stati giudicati da Patrizia Variale in quanto alla competizione partecipava una sua allieva. Infine un'applauso alla perfetta organizzazione del centro ippio Cavaliere Country Club ed al direttore delle competizione Maurizio Talarico. Alla fine premi per tutti magliette per i Grum, sottosella, coperte e coccarde per i vincitori ed i piazzati.

Chiudo con l'auspicio che al prossimo concorso ci siano il doppio dei cavalli e ciò potrebbe essere possibile se i comitati organizzatori inserissero il dressage nelle giornate di Salto Ostacoli. 

Nino Esposito

 

—————

Indietro